ESP32, la nuova Wemos Lolin32 LITE

luca 18/11/2017 8

Su questo sito vi ho già parlato della scheda di sviluppo che Wemos ha prodotto per il chip esp32 e di come su molti negozi online si trovino schede che “copiano” il nome Lolin32 ma che di fatto sono spesso cloni di altri progetti opensource.

Da poche settimane Wemos ha pubblicato sul sito ufficiale e reso disponibile sullo store di Aliexpress la prima revisione di tale scheda, chiamata Lolin32 LITE. Grazie all’amico Mauro Alfieri ho potuto testarne un esemplare:

lolin-lite-001 lolin-lite-002

Le caratteristiche principali della scheda sono simili alla precedente:

  • chip esp32
  • connettore per batteria LiPo 1S PH-2 (2mm)
  • circuito di carica via USB (max 500mA)

Ad un confronto visivo si nota subito che la LITE è leggermente più piccola della precedente, essendo lunga 5mm contro i 5.8 della Lolin32:

lolin-lite-003

La minor lunghezza ha costretto Wemos a ridurre il numero di pin disponibili (19 invece di 26) e ad abbandonare l’utilizzo del modulo ESP-WROOM-32, saldando il chip esp32 e la memoria flash direttamente sul PCB, che ospita anche l’antenna.

A livello di componenti, per la LITE Wemos ha deciso di cambiare il chip che effettua la conversione USB-seriale, adottando il circuito integrato CH340G (che anch’io ho utilizzato per questo mio progetto). Infine la scheda in mio possesso utilizza l’ultima revisione del chip esp32 (siglato 302017):

lolin-lite-004

 

esp32, revisioni del chip

Allo stesso modo in cui i programmi software hanno dei “difetti” (bugs), anche i chip hardware possono presentare dei problemi dovuti ad errori nel loro design. I produttori risolvono tali errori producendo una nuova revisione del chip, e mantenendo aggiornato un documento che riporta i bugs noti per le diverse revisioni ed eventuali workarounds.

Espressif ad oggi ha prodotto due diverse revisioni del chip esp32:

lolin-lite-005

per conoscere la revisione di un chip, è possibile utilizzare espefuse.pyutility inclusa nel pacchetto esptool:

lolin-lite-008

va indicata la porta seriale (-p) a cui è collegata la scheda e il comando summary.

Osservando i valori di CHIP_VERSION e CHIP_PACKAGE è possibile risalire alla revisione, in particolare la mia scheda Lolin32 presenta un chip con revision 0:

lolin-lite-006

mentre la nuova Lolin32 LITE un chip con revision 1:

lolin-lite-007

8 Comments »

  1. jumpjack 23/01/2018 at 20:41 - Reply

    sì ma lo scatolino metallico non è mica per bellezza, serve ad evitare interferenze radio e avere la certificazione FCC!
    in più le specifiche del costruttore dell’ESP8266 (probabilmente applicabili anche a ESP32) dicono espressamente che la parte con l’antenna deve sporgere da eventuali PCB “di appoggio”, pena grave riduzione della portata; quindi tutte le schede che non hanno l’ESP32 sporgente sono “sbagliate” (a meno che il rame sia assente nella parte di PCB sotto l’antenna, ma dalle foto è impossibile capirlo).

    Invece non ho capito una cosa: qual è la circuiteria minima esterna richiesta dal modulo per funzionare? Quella dell’ESP8266 è rimasta un mistero per mesi, ognuno diceva una cosa diversa!

    E poi… come mai in 30 tutorial nemmeno uno tratta dell’ambiente Arduino?!? La dev board AZDelivery che ho comprato io lo supporta nativamente, senza dover flashare niente.

    • luca 24/01/2018 at 08:16 - Reply

      ciao, il motivo per cui non parlo di Arduino è semplice: il web è pieno di tutorials relativi all’uso del chip esp32 con Arduino quindi non volevo ripetere quello che altri hanno già trattato ;) Inoltre, mia personale opinione, usando Arduino perdi quale potenzialità del chip e del framework (FreeRTOS in primis)

  2. jumpjack 23/01/2018 at 20:47 - Reply

    Poi sarebbe molto utile una tabella comparativa che evidenzi una caratteristica molto importante: quali dev board sono compatibili con le breadboard e quali no.

    Pare assurdo, ma alcune NON lo sono perchè sono troppo larghe, e non lasciano libera nessuna fila di piedini, o al massimo una!

    Dell’ESP8266 ne ho 2, una che entra nelle breadboard e una no; solo dopo averle comprate ho scoperto come riconoscere dalle foto quali entrano in una breadboard e quali no: quelle che hanno le scritte dei pin parallele al lato lungo entrano, le altre no.
    Nel caso degli ESP32 però, che sono più larghi degli ESP8266 giusto di una “fila” di piedini, il “trucchetto visivo” è un altro: anche le schede con le scritte verticali sono troppo larghe, bisogna che non ci sia nessuna scritta!

    • luca 24/01/2018 at 08:12 - Reply

      sai che tutte le schede esp32 che ho acquistato (quella ufficiale, le varie Wemos, quella con l’OLED…) entrano tranquillamente nelle breadboard? Quale possiedi che non è compatibile?

  3. ciro 06/02/2018 at 11:10 - Reply

    innanzitutto complimenti per gli articoli.
    wemos non rende più disponibile alcuna scheda lolin32, la stanno forse modificando?

    • ciro 06/02/2018 at 11:13 - Reply

      inoltre parlerai del sistema OTA?

      • luca 06/02/2018 at 14:45 - Reply

        sicuramente!

    • luca 06/02/2018 at 14:45 - Reply

      ciao, capita che abbiano finito le scorte e quindi sullo store ufficiale non siano disponibili… attendi qualche gg e vedrai che torneranno a catalogo.

Leave A Response »

Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi